Cosa è l’esegesi biblica

Impariamo ad interpretare la bibbia da soli senza intermediari o aiutanti.
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on email

La bibbia è un insieme di libri scritti da persone che con tutta e dico tutta probabilità mangiavano strani funghi, per aiutarsi a superare il blocco dello scrittore. Queste persone erano persone di fede non tanto perchè credevano a quello che avevano scritto e interpretato persone vissute in precedenza, ma perché nella loro vita ci sono state veramente una serie di violente interferenze provenienti dal mondo spirituale, invisibile e a volte manco tanto invisibile.

La bibbia è un libro sacro non in funzione del modo in cui è stata tradotta e della conoscenza che tali traduzioni ci restituiscono, ma per il codice numerico nascosto fra le righe.

In questa sezione non esaminiamo l’aspetto numerologico, ma semplicemente l’aspetto eretico del tentativo di estrapolare interpretazioni più utili, di quelle che la tradizione cattolica, ortodossa o ebraica ci consegna.

Perché questo tema è cosi tabu?

Semplice, l’intera società occidentale poggia sulla certezza che quello che c’è scritto su quel libro è quello che risulta tradotto nelle varie traduzioni, ma tu, semplice lettore, come fai ad esserne pienamente sicuro?

Credere che quello che ve scritto li sia quello che effettivamente c’è scritto risolve un grande problema, che la società non vuole riaprire, perché appena lo si apre, ci si trova di nuovo al buio, dentro un ginepraio di possibilità, e siccome ci sono interessi e poteri da tutelare, farlo è vietato.

La bibba è scritta in ebraico.

L’ebraico è una lingua per metà normale e per metà geroglifica, questo significa che gli ingegneri di questo linguaggio volevano che la saggezza estraibile da questo libro fosse potenzialmente inesauribile. Ma l’avvento dell’era della razionalità ha fatto si che ogni parola ebraica presente in quel libro dovesse avere solo un significato, e non essere sorgente fertile di significati.

Gli autori della bibbia per scrivere la bibbia entravano in uno stato di trance dove iniziavano a scrivere numeri in sequenza. Di versetto in versetto si scoprono corrispondenze numerologiche che sono impossibili da progettare razionalmente per un’essere umano, tanto meno per dei profeti pastori che vagavano nel deserto della mesopotamia.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *