Elohim

Il dio del tempo
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on email

Nell’antico testamento ci si rivolge al creatore di tutte le cose con due nomi, YahWe ed Elohim, in questa lezione iniziamo ad amplificare il significato di questa parola.

Elohim è la terza parola della genesi, Bereshit Bara Elohim.

Come dico spesso, una delle ragioni del perché insegno questa materia, non è tanto per stimolare una conversione negli studenti, ma perché credo sia molto importante comprendere che questi strani schiavi fuggiti dall’Egitto, avessero a disposizione delle conoscenze veramente intriganti, e costruendo rami di connessioni fra fatti concreti riguardanti la natura della realtà di cui facciamo parte e gli elementi della cosmogonia ebraica antica, possiamo comprendere quanto fosse raffinata la loro conoscenza della realtà e farla anche un po’ nostra.

Ogni parola ebraica è composta di lettere, ognuna con il suo peso energetico o numero.

Elohim è composto di 5 lettere: אלהים

Vediamole in sequenza:

  • Aleph 1
  • Lamed 30
  • Hey 5
  • Yod 10
  • Mem 40

La somma dei valori numerici di queste lettere è 86.

Da qui in poi entreremo nella tana del bianconiglio delle corrispondenze significative che questo numero nasconde, quindi preparatevi.

86 è composta da 80 + 6.

80 è il geroglifico della bocca, del parlare, ma è anche il geroglifico del potere, quindi del pensare e parlare con potere, è il potere del verbo. Rappresenta una bocca che non parla in modo meccanico, ma parla in modo maestoso e giusto, una bocca ben collegata alle energie sessuali profonde.

6 è il geroglifico del capire, della volontà di capire, è il simbolo dei chiodo, della capacità di tener fermo qualcosa, e come sappiamo il capire le cose è dato dalla capacità a mente informazioni specifiche, come una grande lavagna di sughero, con foto, ritagli di giornale, tenuti fermi da puntine e poi collegati insieme da fili.

86 quindi diventa il numero di una bocca con a disposizione una grande intelligenza e volontà di capire, possiamo immaginare dio per un attimo, come una bocca che emana comandi, Il verbo.

8 + 6 = 14 Possiamo immaginare il quattordici come la rappresentazione di una mano, con il pollice e 4 dita, 1+4 = 5. Il 5 è il numero della volontà di saggezza, in ebraico la parola ID יד significa mano. Quindi dio è sia verbo che mano.

Una giornata è composta di ore, minuti e secondi.

  • 1 giornata = 24 ore | ogni ora è composta di 60 minuti
  • 60 minuti x 24 = 1440 minuti
  • 1440 minuti x 60 = 86,400 secondi.
  • In un giorno ci sono 86 mila secondi e 400 secondi.

Ecco una prima concreta manifestazione di Elohim, forse questa misurazione esortò gli antichi ebrei a considerare che le lettere ebraiche dovessero avere numeri da 1 a 400 per questa ragione.

Nella tavola periodica degli elementi l’atomo con 86 elettroni e 86 protoni si chiama Radon, questo tipo di materiale è un gas nobile inerte, il che significa che non è interessato ad entrare in relazione e reazione con nessun tipo di materia o sostanza.

Se sommiamo aleph, lamed e hey, otteniamo il valore 36, numero corrispondente di un altro gas nobile, il kripton, il famoso materiale che era in grado di togliere i poteri magici a superman.

EloHim è un modo scorretto di scrivere questo nome, che invece si dovrebbe scrivere cosi: ALEIM

Se provi a ripetere questa parola come un mantra ti accorgerai della sua grazia, che al scritta al contrario diventa MIELA, chissà forse un tipo di miele ottenuto da api che gironzolavano fra gli alberi di mele.

La aleph e la lamed iniziale danno vita alla particella AL, che poi diventa ALLA’.

Alcuni mesi dell’anno hanno 31 giorni (AL).

Avendolo sempre pronunciato EL, ha fatto si che nei linguaggi moderni la parola elettricità si scrivesse con una E, mentre invece sarebbe corretto chiamarla ALettricità.

Da questo nome divino si sono originate tante parole italiane:

  • Albero
  • Alimento
  • Alternative
  • Alleviare
  • Allegoria
  • Alcalino
  • Alto
  • Alzare
  • Alluminio (Numero atomico 13)
  • Alpi
  • Alghe
  • Alpha (aleph)
  • Alce
  • Alba
  • Alveare
  • Altro
  • Allievo
  • Alone (aura)
  • Alieno
  • Alice (nel paese delle meraviglie)
  • Alchol
  • Album
  • Altura
  • Almeno
  • Alludere
  • Allarme
  • Alloro
  • Alitare
  • Aladino
  • Alcova
  • Albino
  • Alveolo
  • Allegria
  • Algebra
  • Alcione (stella nella costellazione del Toro)
  • Albergo
  • Alabarda
  • Allenamento
  • Allergia
  • Altruismo
  • Alchimia

Parole Spagnole:

  • Alma

Si può contemplare ogn’una di queste parole per ritrovare una relazione con il dio Elohim.

Insomma, potremmo proprio dire che questo dio è il dio del tempo.

Iniziamo a dare un po di numeri:

  • YahWe 26
  • Elohim 86

86 – 26 = 60 l’unita di misura del tempo, che potremmo riscrivere in:

Chi è Elohim? Elohim è YahWe + 60, il geroglifico del sostegno, ma anche dei cicli, delle orbite, delle catene, degli anelli, delle abitudini.

86 – 53 (Gan – Giardino) = 33

86 – 14 = 72 (la quantità di angeli a comando della mano divina 14)

86 – 22 (le lettere ebraiche) = 64 (8×8) Gli esagrammi dell’iChing

86 – 31 (al) = 55 הכל il tutto, ogni cosa, quindi AL + ECL = ciò che fa divenire e crescere ogni cosa. (un tipo piuttosto ECLettico)

86 – 44 = 42

Parole con valore 44:

  • ילד nascita, bimbo
  • אב +  אם madre + padre
  • דם sangue
  • בלבי nel mio cuore

Il 42 esimo angelo dei 72 nomi divini è michele.

Contando dal 72 esimo al primo 72 – 42 = 30 lamed, quello che arriva più in alto.

Vedete come piccole semplici operazioni matematiche possono far risplendere di luce il cervello e il cuore.

 

.

 

Questo articolo crescerà mano a mano che lo scrivo