Venere, Lucifero e la Microsoft

Il 4 Aprile 2020 è avvenuto un un evento celeste interessante, in questo articolo vedremo come attraverso gli strumenti del pensiero analogico e della Kabbalah sia possibile vedere connessioni e relazioni significative.
PILLOLE DI KABBALAH
Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on pinterest
Share on whatsapp
Share on email

Il 4 Aprile 2020 è avvenuto un evento celeste interessante, in questo articolo vedremo come attraverso gli strumenti del pensiero analogico e della Kabbalah sia possibile vedere connessioni e relazioni significative.

Il 4 aprile il pianeta venere, si troverà sovrapposto alle pleiadi, le 7 sorelle. Proviamo ad immaginare una linea retta di collegamento, che dalla terra, passa a venere e continua dritta fino alle pleiadi, questo è quello che succede da un punto di vista astronomico. Questo genere di connessioni non sono per niente inermi e ininfluenti, anzi mettono in moto cambiamenti molto forti dello stato generale dell’energia sul pianeta da cui derivano tutti i campi di influenza che determinano le correnti di eventi sul pianeta. La terra si prepara a ricevere questa forte connessione con l’energia delle pleiadi, mediata da venere.

Venere è un pianeta che nasconde molte cose, soprattutto la sua reale natura interiore, nasconde con una coltre eterna di nuvole bellissime, dai colori e sfumature in grado di rapire e stregare chiunque o quasi, il pianeta venere gira sul suo asse in senso opposto e contrario ad ogni altro pianeta, questo dovrebbe essere un interrogativo che tutti dovrebbero tenere bene a mente, non è qualcosa che si può sottovalutare. Su venere nevica, si, ma non acqua, metallo.

Una delle parole chiave per comprende venere da un punto di vista simbolico kabbalistico è riflesso, specchio, qualcosa che non prende nulla se non la luce, venere è considerata una stella da molti, perché brilla moltissimo, eppure non è un pianeta che emana luce propria, la sua spessa e densa atmosfera nuvolosa è la causa di questo fenomeno.

Piove bismuto e piombo,

La temperatura di venere fonde il piombo

Il vento soffia a 700km all’ora.

L’orbita di venere è quella più circolare, gli altri tendono ad orbitare ovalmente.

Venere ha una pressione 90 volte superiore a quella della terrà quindi qualsiasi cosa.

Alcune ipotesi scientifiche affermano che la superficie di venere è soggetta in modo maggiore che altri pianeti a spaccature tali da far si che la superficie venga inghiottita nel mantello di lava e una nuova pelle possa emergere nuovamente. Sempre di superficie parliamo.

Siamo soliti pensare che venere sia il pianeta più vicino alla terrà ma in realtà è mercurio che passa più tempo vicino alla terra.

La superficie di venere non vede mai il sole, a causa della densità delle nuvole.

Venere non è solo il pianeta chiamato stella del mattino, ma è anche chiamata stella della sera perché in differenti momenti del tempo, è un pianeta che brilla sia all’alba che al tramonto.

Non ce acqua su venere.

Ognuna di queste affermazioni di carattere scientifico se la si prende in considerazione con il pensiero analogico, ci da particolare informazioni e sensazioni su quale sia l’essenza reale di questo pezzo di pietra che fa parte della nostra famiglia.

Venere è il pianeta con più vulcani del sistema solare, un po’ come avere la faccia piena brufoli e di piaghe aperte.

Venere non ha un campo magnetico proprio, possibilmente perché non ha un nucleo solido, l’unico campo magnetico che ha lo ruba al vento solare.

Venere intrappola tutto il calore che riceve dall’esterno, la rotazione di venere è molto lenta.

Un giorno equivale ad un giro sul proprio asse attorno, in modo che il giorno seguente dal punto in cui si misura, il sole venga a trovarsi nello stesso punto, ecco Venere ha un giorno che dura 243 giorni terrestri

Venere non ha lune.

Venere è più calda di mercurio, nonostante quest’ultimo sia molto più vicino al sole.

La lettera ebraica Kaph, la 12esima Lettera, la nostra C comune, rappresenta il numero 20, siccome noi esseri umani abbiamo 20 dita, per diretta conseguenza rappresenta la prensilità, la capacità di usare le dita, se le mani si chiudono a cucchiaio e possibile conservare qualcosa per condividerlo con qualcuno, oppure è possibile ricevere qualcosa da qualcuno, ma quando le mani si separano è possibile usarle per afferrare oggetti, fra cui anche oggetti proibiti, oggetti che appartengono ad altri etc. La tematica di venere ha sempre a che fare con i verbi Dare e Prendere.

Il pianeta venere veniva chiamato la stella del mattino, l’angelo più luminoso, per questa ragione ha un’associazione profonda con lucifero. Lucifero non è satana, la parola satana indica qualsiasi essere che diventa un avversario per un altro essere, della serie che se dio in persona decide di farti fuori, in quel momento è come se diventasse un satan per te. Molto importante comprendere questa differenza.

Molto particolare sapere che il nome originale di lucifero in ebraico è הֵילֵל, e guarda caso si pronuncia come la parola inglese inferno Hell e venere appare proprio come un inferno.

Noi siamo esseri capaci di comprendere il significato di certe cose solo grazie a dei forti contrasti, in mancanza del male, della presenza di persone che prepotentemente prendono come proprie cose che non gli appartengono, non sapremmo valorizzare chi condivide tutto, soprattutto il tempo e l’attenzione per gli altri, quindi nell’ottica universale, la natura di venere avrebbe uno scopo evolutivo. Come se agli occhi del creatore, le uniche condizioni per dare vita alla sensibilità verso gli altri, alla solidarietà e alla capacità di condividere, potesse avvenire proprio dalla privazione della stessa. Una civiltà senza una memoria del male, non agirebbe mai in funzione di tutelare il bene.

Microsoft.

La microsoft è stata fondata il 4 Aprile 1975, il giorno in cui è presente venere era in piena congiunzione con le pleiadi, credi che sia un caso? No, non lo è mai.

Ci sono molte cose interessanti da sapere sulla correlazione fra venere, fra il prendere, il dare, zio bill, il demone Ball, i pleiadiani e molte altre cose, ma non voglio rubarvi il divertimento di scoprirle da soli.